Completato il grandioso ZhanXi Shoes CenterIn Cina, a Guangzhou, il ZhanXi Shoes Center rappresenta una realtà di primo piano per l’esposizione e il commercio di calzature e materiali per calzature, con oltre 415mila metri quadrati di business area e oltre 5 milioni di prodotti esposti.

Nov 28, 2018
Posted in: , Mercati

piantina2A Guangzhou, nella provincia del Guangdong – una delle più ricche della Cina – si trova il grandioso ZhanXi Shoes Center, un centro dedicato alla realtà calzaturiera nel suo complesso, unico nel suo genere: oltre 415mila mila metri quadrati di superficie suddivisa tra un’area dedicata ai materiali per calzature e accessori, e un’area specializzata nel prodotto finito, per un totale di oltre 5 milioni di prodotti esposti. Iniziato circa 28 anni fa, il Centro è stato completato solo di recente e inaugurato con un’imponente cerimonia lo scorso 1 novembre, sotto l’egida della Guangzhou Footwear Association, rappresentata per l’occasione dalla General Manager Ms Xiaomin Chen

Il Centro si propone come una realtà del tutto autosufficiente e rappresentativa dell’intera catena industriale della produzione calzaturiera, oltre che di vendita, import ed export. Al suo interno sono presenti 16 Building, tra i quali spiccano realtà di primaria importanza quali il BuYun Shoes World, il Xin Hao Pan Shoe Material Leather & Metals Wholesale Plaza e il Guangzhou West City Shoes Plaza.

Dei 132mila operatori coinvolti, circa il 70% opera nell’ambito dell’import/export, il 40% si dedica all’import trading e il 60% esclusivamente al business dell’esportazione. Di questi ultimi, molti partecipano alle più importanti fiere internazionali di settore, tra le quali spicca Expo Riva Schuh di Riva del Garda.

Sono qui esposti e venduti materiali e accessori per calzature e tutti i tipi di calzature da uomo, donna e bambino, in pelle e sintetico, con Building ‘dedicati’ e specializzati. Esiste persino un Building dedicato esclusivamente all’offerta di calzature indirizzate al mercato russo.

Il ZhanXi Shoes Center gioca un ruolo di primo piano nella realtà industriale del Paese, ponendosi come modello cui fare riferimento per le sue caratteristiche distintive a livello internazionale, per il livello di integrazione tra import ed export e lo sviluppo e promozione del mercato calzaturiero. Non a caso, nel 2014 il governo della provincia di Guangdong ha eletto il ZhanXi Shoes Center come uno dei centri di approvvigionamento internazionale del Guangdong per le materie prime e le calzature.

Oltre all’area dedicata all’esposizione e alla vendita, al suo interno è presente un centro servizi a disposizione di buyer e commercianti, con hotel e uffici dedicati a consulenza, commercio internazionale, innovazione, servizi finanziari, conferenze ed esposizioni, testing, consulenza legale, logistica, formazione del personale, marketing e contabilità.

 

 

molteni_lowDa sinistra: Nina Li Fengqing, Ceo B.B. International Gmbh e Carlo Alberto Molteni con la General Manager di Guangzhou Footwear Association, Ms Xiaomin Chen

Potrebbe interessarti anche
Settore: cresce l’export e il peso del terzismo

Settore: cresce l’export e il peso del terzismo

L’accelerazione delle vendite estere nel quarto trimestre porta l’export 2018 a +3,6%, ma i quantitativi sono in calo. Il ruolo dell’alto di gamma e del terzismo nei flussi, e le regioni protagoniste. Cresce l’export di Lombardia e si consolidano Veneto e Toscana.

Calzatura italiana, più in Inferno che in Paradiso

Calzatura italiana, più in Inferno che in Paradiso

In occasione della videoconferenza stampa di Micam, il direttore di Assocalzaturifici Tommaso Cancellara ha presentato il non proprio lusinghiero pre-consuntivo settoriale del 2018 basato sull’indagine a campione condotta dal Centro Studi di Confindustria Moda per Assocalzaturifici. Diciamo che, per restare sulla metafora della Divina Commedia – tema della campagna di advertising della fiera, più che essere in Paradiso, stiamo tornando in Inferno.