Basta code al camerino, sguardi indiscreti e commenti non richiesti. Da oggi puoi provare i capi d'abbigliamento che hai scelto in tutta tranquillità e privacy a casa tua, magari in compagnia di una tua amica. Insomma, il lusso accessibile a domicilio.

Tutto questo è possibile grazie ad un innovativo servizio personalizzato proposto dall'e-commerce del concept store brasciano VFL1, “Stylist at your door”, che rivoluziona l'esperienza di acquisto. Come funziona? Fai la tua selezione tra i capi di abbigliamento dei brand di ricerca di VFL1 dal sito, social e chat, e questi ti verranno recapitati all'indirizzo che hai indicato e all'orario che preferisci per una prova assistita da una personal shopper. Il massimo del confort ma anche della sostenibilità, visto che la consegna è affidata ad una city car elettrica.

In pratica, “Stylist at your door” porta lo shopping del centro nel salotto di casa tua! L'idea è venuta all'imprenditrice Sara Zucchini, fondatrice di VFL1, vera e propria fucina di talenti di abbigliamento fashion da lei selezionati con cura e passione tra brand emergenti e piccoli designer, italiani e non, con attenzione alle creazioni artigianali e di nicchia, lontane dalle logiche del mass market. Una ricerca attenta che si coniuga a tanti servizi custom made creati apposta per rendere l'esperienza di acquisto unica e che oggi si arricchisce con questo rivoluzionario progetto che approccia l'e-commerce in modo sostenibile.

Il servizio, per ora attivo nella sola Brescia e dintorni, è realizzato in collaborazione con la Manelli Spa- Concessionaria Renault che ha sposato l'iniziativa smart ed eco-friendly di VFL1, mettendo a disposizione una Renault Twingo elettrica co-brandizzata. La cliente si potrà avvalere o meno della consulenza gratuita della stylist e potrà scegliere liberamente se acquistare o meno gli articoli selezionati per la prova: in quest'ultimo caso, la consegna, altrimenti gratuita, ha un costo di 20 euro. Massima è anche la libertà dei mezzi di pagamento, dai contanti a tutti i sistemi digitali.

L'iniziativa promossa da VFL1 potrebbe costituire un valido esempio da replicare nel mondo della calzatura: oltre ad offrire un servizio personalizzato ai clienti aumentando il tasso di fidelizzazione, potrebbe infatti risolvere in maniera efficace il problema dell'impatto ambientale del delivery sul sistema, e soprattutto l'annosa questione dei resi che si stima costituiscano circa il 25% del totale degli ordini e-commerce nel settore fashion. Con il sistema di prova in casa, infatti, non ci sarebbe più il problema del fit della scarpa preferita, potendo scegliere tra diverse numerazioni quella giusta e così portare a buon fine la vendita.

Sara Zucchini