In un contesto di grandi cambiamenti nei comportamenti di consumo, l'e-commerce della moda sta crescendo a ritmo vertiginoso, e si stanno affermando due importanti tendenze: verso la sostenibilità ed il second hand. Lo svela Riccardo Vola durante il suo intervento “The Starting Point of Fashion” tenuto sulla piattaforma del Netcomm Forum del 12 maggio scorso: “Zalando, piattaforma leader in Europa per la moda, è attualmente presente in 17 paesi, e nel 2020 ha registrato un fatturato di 8 miliardi di euro. – dichiara – Il nostro punto di forza è il numero di brand e articoli presenti sulla piattaforma: ad oggi ospitiamo oltre 4.000 marchi e oltre 1 milione di articoli. Nello scorso anno abbiamo registrato 5,4 milioni di click (interazioni con i clienti, N.d.R.). La nostra aspirazione è diventare il punto di partenza della moda, il punto dal quale partono le ricerche del settore, sia attraverso il sito e-commerce che dall'App Zalando”.

Attualmente Zalando è la piattaforma più ricercata in Europa e l'App più scaricata del settore moda. Ma quali sono i capisaldi del suo successo? “La nostra piattaforma mette in relazione win-win-win tre player: – spiega Riccardo Vola – i consumatori, che da noi si avvantaggiano trovando un maggiore assortimento di prodotti, facilità di uso e convenienza; i partner, che hanno un accesso diretto ai consumatori e la possibilità di fare leverage su target specifici, oltre a trovare sostegno per la logistica; Zalando stesso, la cui piattaforma continua a scalare ed evita il rischio di inventario con un mix di prodotti presso i nostri magazzini, e altri di proprietà dei partner, presso i loro magazzini”.

Nel 2020 Zalando ha triplicato le partnership e allo stesso tempo ha assistito al maggiore coinvolgimento dei brand nella piattaforma, registrando la crescita del +23% dell'assortimento e il raddoppio dei mercati in cui sono presenti. Un'altra area in cui sta crescendo sono le partnership con i negozi, che sono quintuplicate nel 2020 e hanno portato un +13% di fatturato agli store. Per quest'area di business, Zalando prevede di triplicare il numero dei negozi e di raggiungere 13 mercati nel 2021.

E la sostenibilità? “Siamo la piattaforma leader in Europa – dichiara Riccardo Vola – la nostra strategia di sostenibilità, lanciata nel 2019, ci ha resi carbon neutral (comprendendo sia le spedizioni, che i resi). Abbiamo registrato poi una maggiore attenzione dei clienti ai prodotti sostenibili, le cui ricerche sono passate da 1 cliente su 5 nel 2019, a 1 su 2 nel 2021. Nel nostro assortimento abbiamo 800mila prodotti sostenibili. Pure il nostro packaging box è al 100% sostenibile”.

Anche sul versante del second hand, mercato che gli analisti ritengono che tra 5-10 anni supererà quello del first hand, Zalando si sta posizionando con forza: “Con l'offerta second hand siamo passati da 1 a 6 paesi nel 2020 e prevediamo di entrare in 13 paesi entro il 2021 – conclude Riccardo Vola – Registriamo sia l'interesse sia nel comperare prodotti di seconda mano, sia nel vendere”.