Progettato dallo studio internazionale Casper Mueller Kneer architects lo store si sviluppa su una superficie di 560 bally-2metri quadrati su tre piani. L’ingresso in argilla e travertino richiama i cortile milanesi d’epoca. La disposizione delle pietre è ispirata al puntinismo e alle geometrie astratte del pittore svizzero Paul Klee,
La facciata interna, invece, è ornate di piastrelle in ceramica e ricorda la casa a Schönenwerd del fondatore Carl Franz Bally. Al centro vi è un grande tavolo espositivo in faggio, mentre le grandi vetrine richiamano alla memoria quelle dei negozi storici del brand come da foto d’archivio.
Il primo piano è dedicato alle collezioni uomo, tra arredi in quercia e tappeti tessuti a mano. Il secondo piano è invece dedicato alle collezioni donna ed è configurato come l’interno di un appartamento Milanese, a partire dai tipici parquet a lisca di pesce per finire con la finestratura.
Accanto alla tradizione, la funzionalità della tecnologia moderna: ogni piano dello store ospita schermi a led con le immagini delle più recenti champagne del marchio, e iPod per prendere visione dell’intera collezione online e fare acquisti.
“L’apertura di un flagship store di nel cuore di Milano valorizza l’identità del nostro marchio. – commenta Nicolas Girotto, ceo della griffe – Vogliamo che il nuovo negozio sia sinonimo di impegno culturale, un luogo dove i clienti possano conoscere l’intera offerta di Bally e il nostro lifestyle”.