WORTH Partnership Project: per chi ha un’idea nel cassettoSi concluderà il 31 dicembre 2017 la prima call di Worth Partnership Project, il progetto europeo con cui la Comunità Europea, sotto il programma Cosme, si propone di sostenere le collaborazioni tra PMI e startup di designer, artisti, artigiani e persone creative, con omologhe imprese tecnologiche e produttrici per creare nuovi prodotti e realizzare idee innovative e dirompenti.

Ott 31, 2017
Posted in: , News

reltex-joanne-stoker-product-archigram-worth-copia

Dopo il successo del Progetto Pilota che ha coinvolto complessivamente 79 piccole e medie imprese (PMI) e 34 partnership tra imprese europee, torna WORTH Partnership Project con nuove prospettive. Il progetto si propone di mettere insieme PMI, startup, innovatori, artigiani designer e artisti provenienti dai vari Paesi della Comunità europea per creare nuovi prodotti, processi e modelli di business innovativi. Durerà 4 anni e dovrà supportare 150 progetti di collaborazione transnazionali che coinvolgano un minimo di 450 imprese tra PMI e start-up.

Le Call per candidarsi al Worth Partnership Project proseguiranno per tutti e 4 gli anni, con diverse finestre. La prima Call, che si è aperta il 18 settembre 2017, si concluderà il 31 dicembre 2017 per generare le prime partnership. Nuove candidature potranno essere presentate negli anni successivi 2018, 2019 e 2020, fino a raggiungere 150 progetti di partnership che dovranno coinvolgere complessivamente un totale di 450 imprese (PMI e start-up).
Si tratta di una vera e propria opportunità per il singolo artigiano, designer o la piccola/media impresa che abbia un’idea nel cassetto, perché una volta selezionato il progetto, ciascuna partnership sarà sostenuta durante tutto il suo percorso mediante:
– supporto economico
– coaching e mentoring personalizzato da parte di specialisti del settore
– attività di networking e market positioning
– assistenza legale e management per tutelare la proprietà intellettuale
– presenza in due fiere tra le principali del settore per incontrare buyer

Un esempio concreto è la partnership che si è creata tra TESSITURA LUIGI BEVILACQUA e EMMA SHIPLEY, nella scorsa edizione di Worth. Tessitura Luigi Bevilacqua ha detto di Worth: ” L’idea da cui siamo partiti è stato un disegno di Emma Shipley, caratterizzante la sua collezione. Il risultato è stato un tessuto jacquard raffigurante una tigre, destinato alla realizzazione di una pochette. La tecnica jacquard ha permesso di conferire maggior profondità e tridimensionalità al disegno rispetto alla tecnica di stampa abitualmente usata da Emma. E’ sempre stimolante confrontarsi con talenti emergenti ed è fonte di nuova ispirazione, l’incontro tra i secoli di storia e la tradizione rappresentati dalla nostra azienda ed i nuovi talenti è un mix sempre interessante”

worth-bassa

Potrebbe interessarti anche