Bloomingdale’s inaugura il nuovo “shoe floor”Non si tratta di in semplice allestimento dedicato alla scarpa di lusso, ma di un vero e proprio tempio del design della scarpa dove si può trovare di tutto: dal lusso al contemporary, i designer affermati e quelli emergenti. Con la ristrutturazione del nuovo shoe department Bloomingdale segue l'esempio di Saks Fifth Avenue e Selfridges.

Apr 06, 2018
Posted in: , News

bloomingdales-shoe-floor-new-york-8Un totale di 100 brand affermati e una ventina di nuovi per l’inaugurazione del nuovo “The Hearth Shoe York” di Bloomingdale’s 59th Street a New York con il quale il department store mira ad affermarsi come punto di riferimento del retail della calzatura.
Il nuovo spazio ha un layout accattivante e contemporary per presentare le collezioni di designer nuovi al segmento luxury come Brian atwood, Givency, Oscar de la Renta, Sophia Webster bloomingdales-shoe-floor-new-york-2e Tabitha Simmons, assieme a nove shop-in-shop delle grandi griffe come Jimmy Choo, Salvatore Ferragamo, Dior, Gucci… nomi che per hanno presentato esclusivi modelli in occasione del lancio del nuovo spazio.
“Qui puoi trovare tutto quello che cerchi, dal contemporary al designer. Qualsiasi trend tu stia cercando, puoi essere sicura di trovarlo! – dichiara Jennifer Jones, vice presidente operativo di Bloomingdale’s e merchandising manager della divisione scarpe donna – Non ci siamo limitati a traslocare da un piano all’altro dello store, ma abbiamo presentato un progetto originale e bloomingdales-shoe-floor-new-york-23ampliato la nostra selezione”.
Tra i marchi della selezione contemporary si trovano Aqua, Castaner, Chiara Ferragni, Creatures of Comfort, Joshua Sanders, Kenzo, P448, Schutz e Zespa e presto la selezione includerà anche Tory Burch e Stuart Weitzman. “Non parliamo solo di lusso, come si diceva, ma anche di contemporary: – afferma Erica Russo, vice presidente della direzione fashion di Bloomingdale’s – vogliamo mostrare alla nostra clientela che abbiamo molte differenti scelte e che possiamo servire ogni tipo di cliente. Vogliamo offrire un’esperienza di shopping che riporti in auge una certa teatralità e mostrare che esiste un posto dove puoi trovare ciò che cerchi, trascorrendo un bel momento”.

Potrebbe interessarti anche
La fabbrica del bello

La fabbrica del bello

Gucci apre ArtLab a Scandicci, tempio del bello e dell’artigianalità made in Italy, dove verranno sviluppate le calzature e le borse del marchio.